I 3 pannelli di controllo hosting più popolari

Share on whatsapp
Share on facebook
Share on telegram
Share on email
Share on twitter
Il pannello di controllo è uno strumento popolare utilizzato per gestire il pacchetto di hosting.
I 3 pannelli di controllo hosting più popolari

Il pannello di controllo è uno strumento popolare utilizzato per gestire il pacchetto di hosting.

A cosa serve? Gestire i tuoi nomi di dominio, installare applicazioni, creare e gestire account e-mail, caricare file del sito web ecc.

Naturalmente, puoi fare tutto questo direttamente accedendo al server.

Tuttavia, ciò richiede alcune conoscenze da sistemista. Un errore – e l’intero sito potrebbe essere compromesso. Inoltre, i pannelli web sono generalmente intuitivi, semplici e ti fanno risparmiare tempo.

Puoi trovare molti pannelli su Internet. Tutti hanno un design e un ambito di funzionalità diversi. In questo articolo ti descriverò i pannelli più comunemente usati e confortevoli.

  • cPanel
  • Plesk
  • ISPConfig

Questi pannelli sono inclusi in quasi tutti i piani offerti dai principali web hosting provider da noi descritti nell’articolo dedicato.

cPanel

Questo pannello è disponibile solo per il sistema operativo Linux. È uno dei pannelli di controllo più popolari.

Ha sia un’interfaccia grafica che una di gestione del server tramite WHM (Web Host Manager). Poiché questi ambienti lavorano insieme, è possibile gestire il tuo sito Web in uno di essi. Quindi, è perfettamente adatto sia ai principianti che agli sviluppatori che preferiscono la console piuttosto che un bel design.

cPanel View

cPanel ha molte caratteristiche diverse. Tutti si trovano su una pagina che è abbastanza comoda in quanto non sarà necessario fare clic su vari menu per arrivare dove è necessario. Inoltre, tutte le funzioni hanno brevi descrizioni in cui è indicato cosa possono fare. Inoltre, quasi in ogni opzione, puoi creare qualsiasi cosa in pochi clic. Ecco le principali funzionalità offerte:

  • Impostazioni, registrazione e trasferimento dei nomi di dominio;
  • Creazione e gestione e-mail, gestione filtri spam, autorisponditori e inoltro e-mail;
  • Registro visitatori ed errori;
  • Creazione e gestione di database;
  • Funzionalità di sicurezza, come blocco IP e directory protette da password;
  • Monitoraggio delle prestazioni del server;
  • Creazione e automazione del backup;
  • Gestione file e utenti FTP;
  • Molte app e strumenti di terze parti per estendere le funzionalità.

Plesk

Disponibile per Windows e Linux è anche abbastanza popolare, soprattutto tra i provider di hosting europei. Fondamentalmente, non ci sono molti pannelli di controllo offerti per Windows. Ecco perché Plesk può essere considerato come uno dei pannelli più comodi e facili per questo particolare sistema operativo.

Tutte le opzioni sono divise in diverse categorie. Sono visualizzati sotto forma di un elenco sul lato sinistro. Più server possono essere gestiti in un pannello.

L’interfaccia è abbastanza semplice e intuitiva, tutto può essere creato in pochi clic. Una delle sue caratteristiche distintive è la varietà di strumenti di automazione. Ti faranno risparmiare tempo e risorse, così potrai concentrarti sullo sviluppo del tuo sito Web senza preoccuparti della manutenzione del server.

Un’altra peculiarità di Plesk sono i livelli di accesso. Ci sono 4 livelli. Tutti hanno autorizzazioni e responsabilità diverse:

  • Amministratore: il livello più alto, possibile per gestire e configurare gli elementi di sistema e gestire più server (se applicabile);
  • Cliente / Rivenditore – possibile creare e gestire gruppi di nomi di dominio, le autorizzazioni sono concesse dall’amministratore di sistema;
  • Proprietario del dominio – possibile gestire solo un nome di dominio, le opzioni di gestione sono predeterminate;
  • Utente di posta: il livello più basso possibile per accedere all’interfaccia webmail e gestire password, filtri antispam ecc.

I pannelli cPanel e Plesk sono i pannelli più popolari e comunemente usati in tutto il mondo. Tuttavia, oltre a questi due ce ne sono ancora dozzine. Alcune aziende creano i propri pannelli di controllo per i loro clienti.

ISPConfig

ISPConfig è il software maggiormente utilizzato nei server dedicati. Infatti, a differenza di molti altri suoi competitors come cPanel, è completamente Open Source.

Si tratta di un prodotto che ha forse meno funzionalità rispetto a cPanel e Plesk, ma comunque permettere di svolgere tutte le principali operazioni lato server senza operare in SSH.

Si tratta di uno strumento che viene comunque aggiornato molto frequentamente, grazie ad una enorme comunità di sviluppo.

Conclusione

Tutti i pannelli analizzati da noi di Biteditor hanno le loro peculiarità, vantaggi e svantaggi. È abbastanza difficile determinare quale sia il migliore. Questa è una questione di scelta. Tuttavia, questi pannelli web hanno una caratteristica comune: semplificano e velocizzano la gestione dei server e l’hosting. Ecco perché sono una buona soluzione sia per i principianti che per gli sviluppatori.